Alcune idee per la propria casa: interior design

da | 0 commenti

Se ve l’avessero detto prima, di certo non ci avreste mai creduto: eppure, cominciare a muoversi all’interno della propria casa e scegliere il proprio interior design è tutt’altro che facile. Anzi, sono settimane ormai che non sapete da dove cominciare: ecco quindi alcune idee, e soprattutto consigli, che potrebbero aiutarvi nel dare un tocco più personale, e soprattutto indimenticabile, alla vostra casa. Ecco tutto quello che vi serve sapere per cominciare. D’altronde, ogni giorno vi sembra di essere letteralmente investiti da un vero e proprio tornado di idee: vi basta aprire un po’ il vostro smartphone per ricevere spunti, suggerimenti, consigli e idee per il vostro interior design.

Peccato che, a volte, avere così tanta scelta e soprattutto degli input così numerosi, non sempre si rivela essere la cosa giusta: anzi, oseremmo quasi dire che si rivela essere tutto il contrario che incoraggiante. Più, infatti, i suggerimenti e gli spunti aumentano, più vi sembra di sentirvi confusi, indecisi e soprattutto in balia di quello che vi circonda. Proprio per questo motivo, la prima cosa da fare è quella di cominciare a schiarirsi le idee: insomma, la confusione è tutt’altro che una felice consigliera e proprio per questo noi siamo qui per darvi una mano. Capire, d’altronde, qual è lo stile di interior design più adatto a voi, alla vostra casa e alla vostra personalità non è facile e sopratutto non è qualcosa che si riesce a fare in pochi minuti. Si tratta di scegliere l’ambiente che ci circonderà per la maggior parte delle nostre giornate e in cui dovremmo sentirci sempre al massimo del nostro comfort e soprattutto sicurezza. Proprio per questo motivo, compiere un passo azzardato non solo è facile, ma rischia di condizionarvi anche in tutte le altre scelte che compierete per la vostra casa.

Sommario

Interior design: le idee più in voga a cui ispirarvi

È finalmente arrivato anche per voi il momento di arredare la vostra casa eppure non sapete da dove cominciare: d’altronde non si tratta certo di un piccolo passo, o qualcosa di poca importanza. Anzi, probabilmente la casa in questione è anche la vostra prima, vera abitazione da soli: proprio per questo motivo non avete voglia di lasciare nulla al caso. Peccato che nessuno vi ha mai detto quanto è difficile prendere queste decisioni: insomma, sono settimane, se non addirittura mesi, che cerca lo stile migliore di interior design che vi aiuti a esprimere al meglio la vostra personalità.

Quante volte, d’altronde, avreste voluto dare un tocco diverso alla vostra casa senza mai sapere da dove cominciare: ebbene, da oggi questo non è più un problema. La prima cosa da fare, infatti, è avere ben chiaro in mente lo stile a cui ci si vuole ispirare: così sarà senz’altro più facile cominciare a muovere i primi passi nel mondo dell’interior design. E’ proprio per questo motivo che abbiamo scelto per voi alcuni degli stili più gettonati a cui potreste ispirarvi.

Industrial

Il primo stile che vi proponiamo è un vero e proprio evergreen, sopratutto negli ultimi tempi. Si tratta di uno stile vissuto, forte e che sicuramente non passa inosservato. Se, quindi, la vostra scelta di interior design è più orientata verso uno stile “industrial”, le vostre intenzioni sono senz’altro chiare: il vostro desiderio è quello di vivervi appieno la vostra casa e l’ambiente che vi circonda, senza sentirvi frenati dall’arredamento o dall’atmosfera che vi accoglie. Le caratteristiche di questo stile sono senz’alto inconfondibili: delle superfici graffiate, eterogenee e che danno quasi l’impressione di essere scalfite. La vostra intenzione non è la perfezione, né la precisione o qualcosa che dia l’aria di ordine.

Chic

Passiamo adesso a un altro stile di interior design molto gettonato, ovvero il cosiddetto chic: un termine che senz’altro tutti conosciamo, ormai molto noto e usato nel mondo delle passerelle e della moda, e che con gli anni si è infiltrato anche nel settore dell’arredamento. Quando, però, parliamo dello stile chic, in realtà, ci riferiamo a due correnti che fanno capo a una stessa origine. La prima è quella dello shabby: le sue caratteristiche più distintive sono l’aspetto a tratti trasandato, quasi come fosse vissuto, ma allo stesso tempo eleganti e antico. Per quanto riguarda la colorazione, sono preferire delle tonalità omogenee per le superfici, che tendono verso dei colori pastello e per tanto chiari.

L’altra corrente, invece, è quella del boho: come si può facilmente intuire dalla parola, questo stile richiama un po’ la corrente bohemienne. Insomma, per dirla in parole parole, la vostra casa richiamerà il cosiddetto stile hyppie: adatto ai più anticonformisti, amanti degli anni settanta e che soprattutto non vedono l’ora di vivere un bel viaggio nel tempo; non ci sono regole né schemi da seguire, ma solo la fantasia.

Classico moderno

Andiamo adesso su qualcosa che, certamente, è più standard e meno ricercato: parliamo di una vera e propria certezza nella scelta del vostro interior design, ovvero il cosiddetto stile classico moderno. Scegliere lui è senza dubbio come andare sul sicuro: non rischierete mai di essere troppo, o forse troppo poco; si tratta infatti di una vera e propria certezza. In particolare, questo stile è adatto soprattutto per coloro che nella vita di tutti i giorni amano la semplicità, un taglio più classico e a tratti convenzionale: insomma, stiamo parlando proprio degli amanti del bello e dell’elegante, che amano la precisione e rimanere all’interno dei cosiddetti schemi.

Questo stile, infatti, è caratterizzato da un notevole equilibrio, dalla raffinatezza e soprattutto dall’omogeneità: parola chiave del “classico moderno”, infatti, è proprio la monocromia; il disordine non fa di certo per voi.

Vintage

Eccoci adesso a uno stile forse più particolare, a tratti eccentrico e soprattutto non sempre convenzionale per il proprio interior design. Parliamo proprio dello stile conosciuto come “vintage”, perfetto per coloro che amano immergersi nel passato. Per riuscire ad abbracciare questo stile, però, dovete essere sicuri della vostra scelta e soprattutto non dovete avere paura di osare: non fermatevi troppo a pensare a ciò che gli altri potrebbero pensare, ma piuttosto dedicatevi alle vostre emozioni e sensazioni. L’arredamento migliore, per voi, infatti è quello che riuscite a trovare all’interno di vecchi mercatini, antiquariato e soprattutto le cantine dei vostri nonni e genitori. Insomma, il riciclo è senz’altro la vostra parola d’ordine.

Ogni mobile “ammuffito” è il benvenuto in casa vostra, un po’ di colore e tutto torna alla moda. I dettagli sono il punto forte e niente è lasciato al caso nella costruzione del vostro spazio personale.

Minimal

Per finire, chiudiamo in grande stile, con una tipologia di interior design molto gettonato negli ultimi anni: quello minimal. Se la vostra scelta ricade proprio su di lei, non c’è dubbio su ciò che state ricercando: la semplicità è la vostra parola d’ordine e, dall’ambiente che vi circonda, ricercare solo tanta tranquillità, ordine e soprattutto equilibrio. Questo stile, in particolare, è costituite da un insieme di legno, lana e soprattutto lavorazioni tradizionali.

Ciò che prende il sopravvento è il rigore della geometria, l’ordine, l’organizzazione: insomma, tutto ciò che appare schematico e privo di eccessi. Si tratta, insomma, di uno stile molto sobrio, mite e dai colori chiari.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *